Il rallentamento della circolazione sanguigna

Il rallentamento della circolazione sanguigna

Sia per le donne, ma anche per gli uomini, ormai molto attenti, non solo alla loro salute, ma anche all’aspetto estetico e all’armonia del loro corpo, le gambe rappresentano un punto focale della bellezza e del fascino. Gli arti inferiori sono anche una parte del corpo molto delicata e che richiede attenzione e cura proprio per evitare che si manifestino sintomi come gonfiore, crampi, formicolii, stanchezza in generale e anche le tanto odiate vene varicose. Perché a causa di una cattiva circolazione, causata spesso da troppa sedentarietà, proprio nelle gambe si accumulano liquidi e scorie che, oltre a provocare disagi come la pesantezza, accentuano la formazione di cellulite. Infatti, il rallentamento del circolo sanguigno è tra le cause di questo inestetismo che, se trascurato, potrebbe diventare un vero problema di salute. 

Per avere le gambe in salute è importante seguire sane abitudini di vita. Partendo da una corretta, equilibrata, semplice alimentazione ricca di verdura, frutta e cibi integrali. Non va trascurato il movimento regolare, indispensabile, appunto, per mantenere attiva la circolazione: così le nostre gambe troveranno benessere. Misure utili, dunque, per ridisegnare la silhouette, per stimolare la circolazione e, soprattutto, per limitare la formazione di cellulite, un problema prettamente femminile. Responsabili di ritenzione idrica e del deposito di grassi, infatti, gli ormoni sessuali del gentil sesso favoriscono, di conseguenza, anche la formazione di cellulite. 

Un ruolo da protagonista nella prevenzione della cellulite è rappresentato dagli integratori”, come spiega la dottoressa Biologa e Nutrizionista Elena Bianchi di Rovigo. Nutraceutici depurativi e disintossicanti, integratori che agiscono sul microcircolo, formule a base di enzimi con azione proteolitica ed anti infiammatoria come la bromelina, enzima estratto dall’ananas, sono importanti nella cura della cellulite; così come miscele di sali carbonati ad azione alcalinizzante che lavorano direttamente sulla matrice extracellulare. Quando la muscolatura delle gambe non riceve più la quantità adeguata di sangue e quindi di ossigeno necessario per poter svolgere al meglio il lavoro, gli arti inferiori risultano stanchi. Il microcircolo non è più efficiente e le gambe entrano in sofferenza. Ad esempio, la vite rossa svolge un ruolo protettivo nei confronti delle pareti dei vasi sanguigni. Dalla buccia del frutto, ma anche dai semi del frutto autunnale si estraggono proantocianidine e resveratrolo, così come flavonoiodi, acidi grassi polinsaturi, sali minerali e vitamine. Anche il Melitolo, l’Ippocastano, la Diosmina e l’Escina. Gli integratori che contengono, ad esempio, ananas, betulla, pilosella sono molto importanti come coadiuvanti per prevenire la cellulite, purché associati a una dieta corretta e a tanto movimento. 

Per un piano di prevenzione al top, anche le calze a compressione graduata siano esse collant, gambaletti o calze autoreggenti, contrastano l’accumulo di liquidi, rallentando il progredire della cellulite. L’utilizzo della calza elastica preventiva è, infatti, sempre consigliato, sia quando si resta in posizione seduta, ma anche quando si svolge attività fisica. Del resto, si tratta di ausili pensati proprio per il benessere e la salute dei piedi e delle gambe. 

 


di Susanna Messaggio